Fabio Meloni classe 1981. Dopo gli studi d’arte decide di specializzarsi in web design e nel 2001 consegue l’attestato di Web Designer Project Manager. Nel 2002 inizia la sua carriera lavorativa come graphic designer, matura la sua esperienza nel settore grafico e pubblicitario, presso consolidate realtà sarde, agenzie di comunicazione e web agency del nord Italia. Attualmente svolge il suo lavoro come graphic designer freelance e fotografo con il nome Habitat Creativo.

D: Fabio cosa fa un’agenzia di comunicazione grafica quando un’emergenza così grande blocca gran parte dei consumi e delle attività?

R: Come tutti gli altri settori, cerca di attutire “il colpo”. L’impatto del Covid 19 sul nostro settore e sugli investimenti pubblicitari è stato rilevante. Uno studio grafico pubblicitario in questa fase così delicata deve valutare con attenzione quali strategie marketing adottare, scegliere i canali più idonei per comunicare e studiare dei veri piani di azione per fronteggiare al meglio questa situazione. Ma soprattutto deve essere presente e di sostegno per i propri clienti, aiutarli, assisterli, affiancarli costantemente e metterli in condizioni tali di poter continuare nel loro percorso, o studiare con loro delle strategie da attuare quando tutto questo, finalmente, sarà finito.

D: Cosa pensi delle attuali campagne pubblicitarie delle grandi aziende e dei messaggi di solidarietà e sensibilizzazione allo stare a casa?

R: In queste ultime settimane siamo stati letteralmente bombardati da campagne pubblicitarie di sensibilizzazione. Alcune le reputo molto interessanti, originali e ben studiate, quasi toccanti. Alcuni brand ad esempio, hanno saputo comunicare un messaggio cosi tanto forte, come quello dello stare a casa, con il giusto tatto e con le dovute accortezze, riuscendo a trasmetterlo senza risultare cinici.

D: La comunicazione istituzionale che in queste settimane si è trovata a dover rivolgersi costantemente ai cittadini ha qualcosa da imparare dalla comunicazione commerciale?                                                                                                   

R: Assolutamente si. L’obiettivo della comunicazione commerciale, a differenza della comunicazione istituzionale è quello di
proporre delle informazioni e influenzare in nostro atteggiamento nella scelta o acquisto di determinati prodotti o servizi. Per far questo i messaggi devono essere chiari, mirati e di facile intuizione. Il giusto connubio tra le due può essere vincente, e quindi trasmettere al cittadino un massaggio “complesso e delicato” con la giusta empatia e semplicità.

D: Come può il tuo lavoro aiutare le aziende nel rilancio della propria attività quando l’emergenza
sarà terminata?

R: Già nella prima fase dell’emergenza Covid-19, ho cercato di dare il mio piccolo contributo in collaborazione con la SunLight Marketing di Asti, mettendo a disposizione gratuitamente per tutte le attività sarde della ristorazione una piattaforma E-commerce per le consegna a domicilio. Dando così la possibilità a tutti gli esercenti di continuare ad offrire il loro servizio, senza dover sostenere i costi extra dei grandi colossi del food delivery. Come ben sappiamo, lo sviluppo di un nuovo business comporta uno sforzo notevole in termini di investimento economico, maggiormente in questo periodo. Per questo promuovo un’altra iniziativa, questa volta rivolta a tutte le nuove attività in fase di Start Up, che desiderano ideare e realizzare la propria immagine aziendale e il loro sito internet in modo professionale, offrendo dei pacchetti promozionali e assolutamente vantaggiosi. Continuerò a sostenere le attività Sarde, dando loro tutto il mio sostegno e offrendo loro la consulenza
necessaria per poter affrontare al meglio il rilancio della propria attività.

D: Cosa bolle in pentola nel 2020 di Fabio Meloni?                                                                                                                 

R: Tante piccole novità. Ho in cantiere due progetti personali ancora in fase embrionale, ai quali spero di poter lavorare al più
presto. Continuerò sicuramente a curare le collaborazioni che ho instaurato in questi anni, alle quali tengo particolarmente e cercherò di acquisirne delle nuove. Spero tanto che questa emergenza passi quanto prima, che i prossimi mesi ci diano la possibilità di risollevarci e permetterci di ritornare alla normalità e alle nostre vite di sempre.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi